SiteGround vs BlueHost Review 2020: quale è l’host web veloce e affidabile?

0

Sei curioso di sapere quale scegliere quando si tratta di SiteGround vs BlueHost?


Se vuoi solo avviare un blog, allora il piano di base di questi provider è adatto a te, ma la confusione è quale scegliere. Entrambi sono ben noti, famosi e presenti nell’elenco delle raccomandazioni di WordPress.org.

Entrambe le società offrono opzioni scalabili in modo che se il tuo blog cresce, puoi facilmente passare al piano pieno di risorse.

BlueHost è di proprietà dell’EIG, che è il più grande gruppo nel web hosting mentre SiteGround lavora come giocatore indipendente e gestisce ragazzi esperti di tecnologia.

Area di specialità:

SiteGround: sono noti per la loro infrastruttura avanzata, iniziative di sicurezza e strumenti interni come SuperCacher, speed server NGINX e sistema di backup.

Consentire di scegliere un data center in tutto il mondo, Isolamento account e server abilitati SSD.

BlueHost: è considerata la soluzione attraente per i nuovi siti Web.

La compagnia tende spesso a offrire sconti maggiori.

Riepilogo rapido

BlueHost è stata fondata nel 2003 e acquisita da EIG nel 2010. La società cresce così costantemente e ora ha oltre 2 milioni di clienti. Sono anche noti per i loro servizi rapidi e sconti che lo rendono una buona scelta per i nuovi blogger.

SiteGround fa il suo ingresso nel 2004 ed è noto per la sua eccezionale infrastruttura e cura per i clienti. Producono vari strumenti interni per rendere i loro servizi più veloci e sicuri. Ora l’azienda offre hosting di base a livello aziendale e ha ospitato oltre 500.000 domini.

Quindi, se sei confuso e non sai quale si rivela il miglior fornitore di hosting per il tuo blog, allora qui sveliamo la storia interna facendo un confronto testa a testa.

SiteGround e BlueHost Review 2020

Tecnologia

L’adozione della tecnologia più recente dimostra che l’azienda è più impegnata a servire i propri clienti con maggiore affidabilità. Il team di sviluppatori di SiteGround si sforzano sempre di offrire qualcosa di unico ai propri clienti, grazie al quale offrono SuperCahcer, proprio sistema di backup, HTTP / 2, monitoraggio proattivo, tecnologia server NGNIX e molto altro.

SiteGround pone la sicurezza in priorità e introduce frequentemente diverse patch di sicurezza per creare un solido firewall. Senza dubbio hanno messo tutti gli sforzi per introdurre il sistema Anti-hack per proteggerti, ma l’utente deve anche prendere alcune precauzioni dalla propria parte. Qui leggi come proteggere il blog di WordPress.

Dall’altro lato, BlueHost non è un giocatore attento alla tecnologia. Tendono a concentrarsi maggiormente sul marketing anziché migliorare la propria infrastruttura. Finora non hanno introdotto alcun tipo di strumenti interni e hanno un numero molto limitato di data center. Sembrano indirizzare le esigenze individuali di hosting e le piccole imprese.

SiteGround presenta con orgoglio le specifiche dei propri server. Stanno usando la CPU Intel Xeon E5-2690 V3. Questi server sono inoltre dotati di RAM da 265 GB e unità a stato solido che utilizzano RAID 10. Il contenitore Linux rende i server più efficienti migliorando la lettura & velocità di scrittura e 2 volte la potenza della CPU. Mentre BlueHost non ha rivelato le specifiche del suo server. Anche quando parliamo, si sono semplicemente rifiutati di rivelare qualsiasi informazione sul server.

Vincitore: SiteGround

Unità SSD

Potresti conoscere i Solid State Drives. A differenza delle unità Spinning, le unità SSD sono più veloci ed efficienti nell’esecuzione delle operazioni (lettura e scrittura). Ecco perché molte aziende hanno iniziato a utilizzare server basati su SSD per offrire prestazioni ad alta velocità.

SiteGround è uno dei migliori provider di hosting SSD. Le unità a stato solido all’avanguardia li aiutano a fornire una soluzione di hosting web sorprendentemente veloce e affidabile rispetto al tradizionale host web.

Mentre BlueHost dipende dalla loro infrastruttura tradizionale e memorizza i dati su spinning drives. Anche se stanno funzionando prima di SiteGround ma non hanno ancora apportato le modifiche necessarie.

Vincitore: SiteGround

BlueHost

SiteGround

uptime

Uptime significa quando il tuo sito è accessibile su Internet. Immagina di ospitare il tuo sito sul server di qualsiasi provider di hosting che non si impegna a fornire il massimo tempo di attività? Ovviamente no. E i tempi di inattività indicano che il tuo sito non è accessibile ai visitatori online. Quindi, significa che il tempo di attività è molto più importante della velocità del sito e questa dovrebbe essere la tua priorità nella scelta dell’hosting web.

Bluehost

BlueHost non è male quando si confrontano i tempi di attività di entrambe le società, ma come puoi vedere di seguito il nostro sito che è ospitato sui server Bluehost ha recentemente affrontato un tempo di inattività e quindi il tempo di attività delle ultime 24 ore è del 99,97%. I tempi di inattività rimangono quasi 4 minuti, il che significa che i clienti non possono acquistare o navigare nel tuo sito Web durante quei 4 minuti.

Uptimerobot fornisce anche le statistiche sui tempi di risposta del sito. Di seguito puoi vedere che il tempo di attività medio di è piuttosto basso, il che è sorprendente, ma c’è un picco più grande che mostra che ad un certo punto nel tempo il sito impiega dai 4 ai 5 secondi per rispondere. Tuttavia i risultati sono accettabili perché ci sono solo poche occasioni in cui il sito impiega del tempo per rispondere.

Dettagli del rapporto sui tempi di attività di BlueHost

SiteGround

D’altra parte, il nostro sito di test su SiteGround non ha subito alcun tempo morto. Le statistiche seguenti mostrano che è stato online negli ultimi 30 giorni e che non si è verificata alcuna interruzione. Attualmente, HostingSprout.com è anche ospitato sui server SiteGround. E siamo molto soddisfatti perché negli ultimi 4 mesi non abbiamo riscontrato tempi di inattività, il che dimostra che sono abbastanza coerenti nella qualità del servizio.

Se parliamo del tempo di risposta di SiteGround nel periodo, allora è molto più soddisfacente di Bluehost. Come puoi vedere, il nostro sito di test richiede in media 282,09 ms per la risposta. Inoltre, ci sono picchi più piccoli nel grafico rispetto a BlueHost e il picco massimo si avvicina a quasi 2 secondi, il che è accettabile. Quindi significa che Siteground non solo offre prestazioni straordinarie per i tempi di attività, ma è anche ottimo per i tempi di risposta.

statistiche uptime siteground

Vincitore: SiteGround

BlueHost

SiteGround

Risultati del test di velocità

La prossima considerazione più importante nella scelta della migliore compagnia di hosting WordPress è la velocità. Sebbene ci siano molti plugin e servizi che sono utili per migliorare la velocità del sito come W3 Total Cache e CDN ecc. Ma la velocità dipende fortemente dalla qualità dei server di hosting. E per questo, abbiamo fatto dei test di velocità per misurare quello che è un provider di hosting veloce.

Tuttavia, entrambi i provider di hosting offrono una velocità piuttosto elevata ma Siteground guadagna un piccolo vantaggio nella velocità di caricamento del sito. Ecco perché dovresti scegliere Siteground per quanto riguarda la velocità. Inoltre, poiché Siteground offre molteplici vantaggi tecnologici per la velocità come SSD, SuperCacher, HTTP / 2 e NGINX, ecc., Anche SiteGround è probabilmente più coerente in termini di velocità.

BlueHost

BlueHost Pingdom Speed ​​Test

SiteGround

SiteGround Pingdom Speed ​​Test

Vincitore: SiteGround

Test LoadImpact

Il tempo di caricamento diventa ancora più importante perché non influisce solo sulla tua posizione nel ranking dei motori di ricerca, ma anche sull’esperienza del cliente. UN sondaggio Akamai mostra che la maggior parte degli utenti desidera caricare un sito Web in meno di 2 secondi, mentre il 40% degli utenti non attende più di 3 secondi. Inoltre, hanno anche osservato che i clienti mostrano fedeltà nei confronti di quei siti con caricamento rapido del carico. Quindi, significa che il tempo di caricamento è una delle chiavi del successo.

BlueHost LoadImpact Test

Quando inviamo gli utenti virtuali sul nostro sito di test ospitato da Bluehost, siamo lieti di vedere i risultati. Perché i loro server ottengono gradualmente prestazioni migliori in quanto vi sono più utenti sul sito. Ci vuole solo tempo all’inizio e poi c’è anche coerenza e il tempo rimane sotto 1 secondo nella maggior parte del tempo.

BH LoadImpact Test

SiteGround LoadImpact Test

E se vediamo le statistiche di SiteGround non c’è un singolo picco quando il loro server richiede tempo come BlueHost impiega 2 secondi all’inizio. Il tempo di caricamento di SiteGround rimane al di sotto del secondo anche quando ci sono più utenti virtuali sul sito. Entrambi sono molto vicini quando si confrontano le statistiche di carico. Perché SiteGround offre un’esperienza piuttosto coerente e non c’è picco quindi sono i vincitori di questo round.

SG Hosting LoadImpact Test

Vincitore: SiteGround

BlueHost

SiteGround

Servizio di assistenza

Quindi un problema arriva al tuo cancello a metà della notte e non hai idea di come risolverlo? Il modo migliore è contattare il tuo provider di hosting. Perché gestiscono meglio la situazione. E se non fossero disponibili in quel momento? Ecco perché è molto necessario verificare che siano disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Se parliamo di SiteGround sono sicuramente disponibili 24/7. Hai bisogno di aiuto per aprire una chat dal vivo, telefonare o inviare un biglietto. Ogni volta che abbiamo bisogno di aiuto, li contattiamo tramite chat dal vivo e entro 1 minuto viene visualizzata una persona per assistenza. Il personale è ben informato e la risposta è molto rapida. Inoltre, la loro interfaccia di chat sembra delicata.

Inoltre, hai accesso ai tutorial video e alla knowledge base che è piena di guide e articoli informativi. Inoltre, per facilità dell’utente, categorizzano i tutorial come WordPress, Joomla, Drupal e Magento ecc.

BlueHost è anche noto per i suoi servizi di supporto rapido e disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per l’assistenza dei suoi clienti. Ma quando c’è una competizione SiteGround vs BlueHost, allora senza dubbio possiamo dire che SiteGround è più veloce. Basta contattarli tramite la chat prima di acquistare il piano di hosting, vedrai una grande differenza.

Quando apri la chat dal vivo, BlueHost impiega circa 6-10 minuti per connettersi. Questa non è una lunga durata, ma una durata inferiore è buona perché nessuno ha il tempo sufficiente per aspettare che la persona dall’altra parte abbia il tempo di aiutare il cercatore. Puoi anche contattare il team di assistenza clienti Bluehost tramite e-mail, telefono e inviando il biglietto. Inoltre, è possibile cercare le istruzioni e le guide dalla knowledge base.

Tuttavia, entrambi si stanno comportando per servire al massimo i clienti, ma SiteGround sta facendo un lavoro migliore di BlueHost.

Vincitore: SiteGround

Confronto delle funzionalità di hosting di SiteGround e Bluehost

Spazio di archiviazione

Lo spazio di archiviazione è il luogo in cui verranno archiviate immagini, contenuti delle pagine Web, audio e video. Quindi di quanto spazio di archiviazione hai bisogno? Dipende dal tipo di sito Web che si desidera ospitare.

Bene, se vuoi ospitare un sito web in cui pubblichi solo gli articoli, non hai bisogno di molto spazio di archiviazione perché 10 GB di spazio di archiviazione sono sufficienti per anni. Ma se pubblichi troppi video, immagini e post grafici, considera più spazio.

SiteGround è un po ‘limitato e offre 10 GB di spazio nel piano StartUp. D’altra parte, con BlueHost, non è necessario preoccuparsi dello spazio di archiviazione poiché offrono 50 GB nel piano di base.

Vincitore: BlueHost

BlueHost

SiteGround

Larghezza di banda / numero di visitatori

Questo si riferisce al numero di persone che possono visitare il tuo sito in un mese. Molte aziende del settore consentono visitatori illimitati anche su piani di base. La larghezza di banda illimitata mantiene vivo il tuo sito quando si verificano picchi di traffico imprevisti.

BlueHost fornisce una larghezza di banda illimitata su tutti i loro piani, il che significa che non ci sono restrizioni sul numero di visitatori ma quando si consumano troppe risorse ti inviano un’e-mail per ridurre l’utilizzo.

Non affrontiamo mai questo tipo di incidente in quanto offrono un livello sufficiente di larghezza di banda per la gestione di siti Web di piccolo livello. Ma ti consigliamo quando il tuo sito diventa più grande, quindi prova a passare al piano superiore.

SiteGround, d’altra parte, limitare il numero di visitatori / mese. Consentono 10.000 visite / mese. Quindi, se stai per avviare un sito Web, questo potrebbe essere sufficiente.

Vincitore: BlueHost

Servizio di memorizzazione nella cache

Per rendere i blog più veloci, i blogger utilizzano plug-in cache come la cache totale W3. Il plugin funziona alla grande e c’è una grande differenza prima e dopo averlo usato. Allo stesso modo, alcune aziende offrono i propri strumenti speciali per rendere il servizio più veloce, fluido e reattivo.

  • Ti potrebbe piacere leggere i plugin essenziali di WordPress

Il team di sviluppatori di SiteGround ha fatto un ottimo lavoro introducendo SuperCacher. È un’invenzione interna che può attivare le varie opzioni per creare cache del sito. Inizialmente, producono la cache di contenuti statici. La seconda opzione è molto efficace per memorizzare nella cache i contenuti dinamici come gli output HTML.

L’opzione successiva è nota come Memcached che memorizza nella cache le cave del database. La società introduce anche un’opzione specifica per Cloud e piani di hosting dedicati.

In questa competizione SiteGround vs BlueHost, il rivale BlueHost non ha offerto alcuno dei suoi strumenti realizzati per rendere i propri servizi più veloci. Tuttavia, SiteGround offre solo un’opzione di SuperCacher agli utenti del piano StartUp, ma vale comunque la pena utilizzarlo.

Vincitore: SiteGround

Scelta dei data center

Alcune società di web hosting mettono il controllo nelle mani del cliente per selezionare il data center. Questo fattore può avere un ruolo nel migliorare la velocità del tuo sito. Quando selezioni un datacenter vicino al tuo pubblico / ai tuoi clienti target, ciò rende possibile la consegna rapida dei contenuti.

Supponiamo di avere un traffico con sede negli Stati Uniti, quindi la scelta di un data center situato negli Stati Uniti potrebbe essere una buona decisione. Normalmente questa opzione è buona se stai avviando un sito di e-commerce perché in questo tipo di siti web puoi giudicare meglio il tuo pubblico di destinazione.

SiteGround consente ai clienti di scegliere i data center. Offrono 5 datacenter posizionati strategicamente per servire i clienti provenienti da ogni parte del mondo (Stati Uniti, Asia ed Europa). Inoltre, consentono la selezione del data center anche se stai acquistando la maggior parte del piano di base (StartUp).

Mentre BlueHost non ha permesso ai propri clienti di selezionare il datacenter. Hanno solo un datacenter con sede negli Stati Uniti per i clienti di hosting condiviso in cui l’azienda ospita i siti Web dei loro clienti.

Vincitore: SiteGround

BlueHost

SiteGround

MySQL & Database PostgreSQL

Potresti essere a conoscenza di database. Questi sono cruciali nel web hosting perché senza un database non è possibile eseguire il tuo sito web. Generalmente, viene creato un database per sito Web. Avere la quantità eccessiva di database può semplificare il tuo lavoro e ci sono possibilità che potresti aver bisogno di più nel tuo viaggio sul blog.

Se sei un principiante, allora non ti confondere perché ora l’hosting offre molta facilità e i database creati automaticamente. Ti concentri solo sul tuo sito.

SiteGround offre un numero illimitato di MySQL e PostgreSQL su tutti i loro piani e puoi gestirli rispettivamente tramite phpMyAdmin e phpPgAdmin. Mentre BlueHost supporta 20 database indipendentemente dal tipo.

Vincitore: SiteGround

.file htaccess

Un “.htaccess” dà più controllo nelle tue mani. Con l’aiuto di questo file, è possibile proteggere, autorizzare e bloccare gli indirizzi IP specifici. Inoltre, è stato utilizzato per creare reindirizzamenti e pagine di errore, ecc. Potresti aver bisogno di alcune abilità tecniche prima di creare e modificare questo file.

Entrambi i provider di hosting consentono agli utenti di caricare il file .htaccesss sul server. È possibile creare e modificare il file .htaccess liberamente.

Vincitore: pareggio

Pannello di controllo

L’offerta del pannello di controllo da parte del provider di hosting è un luogo in cui è possibile gestire domini, sottodomini, account FTP, backup e account di posta elettronica, ecc. Inoltre, mostra anche diverse statistiche relative allo spazio di archiviazione, larghezza di banda e database.

Sia SiteGround che BlueHost offrono cPanel che è super facile da usare e anche se sei un principiante, non ti confonderà. SiteGround cPanel è molto pulito e diviso in varie sezioni come domini, installatori automatici, database e sicurezza ecc.

Inoltre, SiteGround ha ottenuto un piccolo vantaggio qui in cPanel aggiungendo gli strumenti WordPress e Joomla in cui è possibile gestire vari aspetti del tuo sito WordPress e Joomla come gli aggiornamenti automatici, attivando SuperCacher e toolkit ecc. Ecco qui SiteGround cPanel

D’altra parte, BlueHost fa anche un ottimo lavoro e viene fornito con un cPanel pulito e colorato. Hanno anche aggiunto strumenti WordPress per eseguire diverse operazioni in un unico posto. È possibile accedere facilmente agli strumenti di sicurezza, database, programmazione e sito Web. Qui guarda lo scatto di BlueHost qui sotto.

Vincitore: pareggio

BlueHost

SiteGround

Installazione dell’applicazione

Quindi, come è possibile installare applicazioni Web come WordPress. Di recente abbiamo acquistato un account di cloud hosting da un provider di hosting e dopo l’acquisto abbiamo scoperto che funziona sulle righe di comando. Solo per l’installazione di WordPress dobbiamo scrivere più comandi. Ci vuole molto del nostro tempo.

Entrambe le società, SiteGround e BlueHost offrono installer con un clic nel loro pannello di controllo (cPanel). SiteGround fornisce il programma di installazione di Softaculous che consente l’installazione con un clic per oltre 400 script come WordPress, Joomla ecc..

Per installare WordPress con il programma di installazione in 1 clic, basta fare clic sull’icona di WordPress in cPanel o fare clic su Softaculous e quindi selezionare WordPress.

Mentre BlueHost integra il marketplace Mojo nel loro cPanel per l’installazione con 1 clic. Nel pannello di controllo dell’hosting fai clic su Installa con un clic e vedrai tonnellate di script per l’installazione automatica come WordPress, Joomla e altre applicazioni.

Vincitore: pareggio

Account email

Quando si crea un sito Web, è necessario creare un indirizzo e-mail con il proprio marchio. Ad esempio, se il nome del tuo sito è bestmotors.com, puoi creare un indirizzo email come [Email protected]

Inoltre, un indirizzo email con il nome del tuo sito (nome commerciale) anziché @Gmail, @Outlook crea un senso di fiducia nella mente del cliente. Quindi, è una caratteristica indispensabile.

BlueHost offre 5 account e-mail e 100 MB di spazio di archiviazione per account. SiteGround consente ai loro utenti di creare un numero illimitato di account e-mail e non vi è alcun limite per l’archiviazione e-mail.

Entrambi offrono l’integrazione di webmail. Inoltre, entrambi offrono protocolli POP e IMAP che aiutano l’utente a leggere le e-mail attraverso l’applicazione come Outlook.

Vincitore: SiteGround

Facciamo crittografare

Quando lavori online devi proteggere i dati dei tuoi clienti. Per questo, è necessario implementare il protocollo SSL. Il certificato SSL utilizza per crittografare i dati del cliente come numero di carta di credito, telefono, indirizzo e-mail ecc. Inizialmente, era importante per coloro che offrivano il processo di registrazione o gestiscono siti Web di e-commerce.

Ma ora diventa una parte essenziale per ogni tipo di sito Web e Google offre anche un vantaggio di posizionamento a quei siti che implementano SSL. Puoi ottenere un SSL gratuito tramite CloudFlare configurando alcune impostazioni. Quindi qual è la soluzione semplice per attivare SSL?

Alcune società di hosting per la facilità dei loro utenti offrono SSL gratuito che può essere attivato con un solo clic. Sia BlueHost che SiteGround offrono la funzione Encrypt SSL gratuita nel loro pannello di controllo in cui devi solo premere pochi clic e iniziare a proteggere il tuo sito. Non richiede configurazioni.

Vincitore: pareggio

Isolamento dell’account – Migliora la sicurezza del tuo sito e proteggi le tue risorse

Questa tecnologia si riferisce al modo in cui ciascun account viene trattato come un account separato. Normalmente questo accadrà nel caso di costosi servizi di hosting come VPS e Dedicated ecc. A causa del servizio condiviso, ci sono possibilità che se un account diventa vulnerabile, può influenzare gli altri. SiteGround ha sviluppato un ambiente isolato con l’aiuto di BaseOS. Se in qualche modo un account diventa vulnerabile, l’intruso non può accedere ad altri account.

Inoltre, come Google, sviluppano anche il meccanismo per controllare l’hacking e avvisarti perché quando Google vede un sito Web con vulnerabilità lo dirà semplicemente a tutti contrassegnando ciò che causa la diminuzione del traffico.

Inoltre, SiteGround ha recentemente introdotto Hackalert che esegue la scansione del tuo sito ogni giorno e ti invia un’e-mail sui problemi di sicurezza. Sviluppano anche il sistema 1H Hawk per combattere l’attacco di forza bruta. Forniscono pieno supporto in caso di problemi. Tutte queste precauzioni dimostrano che la società prende la sicurezza come priorità.

Se parliamo di BlueHost, non prendono tali precauzioni e non hanno lanciato un singolo strumento interno per proteggere i loro server. Sì, offrono protezione firewall e filtri antispam per combattere gli hacker. Ma continuano a promuovere lo strumento premium come SiteLock per la sicurezza del sito che costa $ 95 / anno.

Vincitore: SiteGround

BlueHost

SiteGround

di riserva

Lavorare online senza il backup è molto rischioso. Perché a volte ripristinare il backup è l’unico modo per rendere tutto corretto. Molte società di hosting offrono un servizio di backup giornaliero, settimanale o mensile gratuito.

Quando crei il backup e ad un certo punto il tuo sito è incasinato con malware e codici dannosi, puoi facilmente ripristinare il backup per far uscire il sito dai problemi.

SiteGround effettua 1 copia del backup giornaliero gratuito ma se si desidera ripristinare tale backup, è necessario pagare $ 39,95. Quindi non è veramente un servizio gratuito.

Dall’altro lato, con BlueHost, puoi creare backup giornalieri, settimanali e mensili gratuiti per proteggere il tuo sito. Inoltre, il ripristino dei backup è totalmente gratuito.

Vincitore: BlueHost

Account FTP

La tua società di hosting ha offerto account FTP? Sia SiteGround che Bluehost offrono account FTP illimitati. L’account FTP viene utilizzato per trasferire i file più grandi o più piccoli tra computer e server. Quindi è possibile utilizzare l’FTP (protocollo di trasferimento file) per trasferire file come backup sul computer e ricaricarli di nuovo ogni volta che è necessario.

Può anche aiutarti nel trasferimento manuale del sito come scaricare i contenuti del sito sul tuo computer e poi caricarli sull’altro server. Quindi, questa è una buona opzione.

Vincitore: pareggio

Domini parcheggiati

Dominio parcheggiato indica il modo in cui si punta un nome di dominio al dominio esistente. Ad esempio, il tuo dominio principale è mydomain.com e quindi parcheggi mydomains.com sul tuo dominio principale. Ora, se i visitatori visitano mydomains.com, reindirizzeranno automaticamente al tuo dominio principale e visualizzeranno i contenuti.

La possibilità di parcheggiare i domini è molto importante quando si pensa che le persone potrebbero scrivere male il proprio nome di dominio (effettivo) primario o scrivere erroneamente l’estensione del dominio. Dimostra anche una buona funzionalità per te quando qualcuno vuole rubare il traffico del tuo sito usando un dominio simile.

Nel piano di base di BlueHost, puoi parcheggiare solo 5 domini. SiteGround offre una mano libera ai propri utenti consentendo un numero illimitato di domini parcheggiati anche sul piano di base (StartUp).

Vincitore: SiteGround

Sottodomini

Utilizzando un sottodominio è possibile creare un sito completamente nuovo. Ma un sottodominio include il nome del dominio principale. Ad esempio, se hostingsprout.com è il dominio principale, puoi creare un sottodominio come blog.hostingsprout.com.

I sottodomini sono utili se si desidera creare un nuovo dominio senza acquistare un nuovo dominio e un account di hosting. Inoltre, è utile se desideri separare una determinata parte del tuo sito. Puoi facilmente creare sottodomini attraverso cPanel nella sezione dominio.

Con BlueHost, puoi creare fino a 25 sottodomini mentre SiteGround consente domini secondari illimitati. 25 è una bella cifra, ma avere un numero illimitato è fantastico.

Vincitore: SiteGround

CloudFlare CDN

CDN è una rete di data center situati in tutto il mondo. Il servizio può ridurre il tempo di caricamento del tuo sito memorizzando nella cache i contenuti del sito e distribuendolo tra vari data center. Quando un visitatore apre il tuo sito, consegnerà i contenuti del sito dal centro più vicino e quindi caricherà rapidamente il tuo sito.

Inoltre, CloudFlare rafforza anche la sicurezza del sito filtrando il traffico dannoso. Protegge anche il tuo sito dagli attacchi DDoS. SiteGround offre un account CDN gratuito con un account di hosting che può essere integrato con il tuo sito.

BlueHost fornisce anche l’opzione CloudFlare nel suo pannello di controllo e con pochi clic puoi attivare questo fantastico servizio. Visitare CloudFlare se vuoi saperne di più.

Vincitore: pareggio

BlueHost

SiteGround

Trasferimento del sito

Se non sei soddisfatto del tuo provider di hosting esistente e desideri trasferire il tuo sito, questa funzione è molto utile per te. In questa nuova società di hosting (dove vuoi migrare) gestisci tutte le questioni e sposta i contenuti del tuo sito dal fornitore di hosting esistente a quello nuovo.

SiteGround offre il trasferimento gratuito del sito. Devi solo fornire un accesso ad essi come i dettagli di accesso della precedente società di hosting e lasciare che tutti gli argomenti. Inoltre, non ci sono tempi di inattività durante il trasferimento del tuo sito.

Ma ti sorprenderai nel vedere che BlueHost fattura $ 149,99 per la migrazione. Il trasferimento del sito non è un processo troppo complesso che BlueHost addebita a un prezzo così elevato. Quindi SiteGround sta facendo un ottimo lavoro qui per i propri utenti.

Vincitore: SiteGround

Sviluppo di lingue

Questa potrebbe non essere una funzione utile per tutti perché supportare varie lingue in via di sviluppo è la considerazione importante per i programmatori quando scelgono una società di web hosting.

SiteGround e BlueHost supportano Perl e Python in tutti i loro piani. Ma qui nota che SiteGround non include “Ruby on Rails” nei loro piani di hosting condiviso mentre BlueHost supporta Ruby.

Vincitore: BlueHost

messa in scena

La messa in scena è una funzionalità molto importante, ma sfortunatamente BlueHost non ha incluso una funzionalità così bella in nessuno dei suoi piani. Utilizzando questa opzione è possibile creare una copia del sito originale. Ora puoi testare i tuoi nuovi codici e plugin sul sito clonato invece di testare direttamente sul sito originale. Perché testare nuovi plug-in e codici direttamente sul sito live è rischioso e può compromettere sicurezza, layout del sito e contenuti.

Questo tipo di opzione è molto adatto per gli sviluppatori e per coloro che apportano frequentemente modifiche ai propri siti. Dopo aver apportato modifiche quando sei sicuro che tutto vada bene, sono necessari pochi clic per essere attivo. Crea anche una copia prima delle modifiche, utile nel caso in cui si desideri passare alla versione precedente.

SiteGround non offriva funzionalità di gestione temporanea nel loro piano di base per questo è necessario abbonarsi al proprio piano GoGeek. Quindi, se hai intenzione di ospitare un sito Web di piccolo livello, allora sei a posto. Ma se stai per avviare un sito Web per scopi di sviluppo, avere una tale funzionalità è molto utile.

Poiché Bluehost non includeva la messa in scena in nessuno dei suoi piani, mentre Siteground lo offre in un piano più elevato, ma nonostante ciò offrono il motivo per cui SiteGround è il vincitore di questo round.

Vincitore: SiteGround

Site Builder

Hai in mente un sito web che vuoi costruirlo da solo. Non preoccuparti se non conosci la codifica perché il generatore di trascinamento della selezione ti semplifica la scelta di un elemento e lo rilascia nel punto in cui desideri posizionarlo.

Entrambi i provider di hosting includono gratuitamente il costruttore di siti Weebly nei loro piani, il che è abbastanza per divertimento. Perché il generatore di siti gratuito ha alcune restrizioni come un numero limitato di pagine, annunci e funzionalità limitate ecc. Quindi, questo potrebbe essere un buon divertimento o per siti Web con pagine limitate.

Vincitore: pareggio

Soddisfatti o rimborsati

Cosa succede se non si è soddisfatti della qualità del servizio del proprio provider di hosting? Restituisci semplicemente i tuoi soldi se non li hai ottenuti per i quali paghi. Entrambe le società offrono il rimborso senza domande entro il periodo descritto.

SiteGround e BlueHost offrono una garanzia di rimborso di 30 giorni. Quindi, se non hanno soddisfatto le tue aspettative, non esitare a chiedere il rimborso entro 30 giorni. Qui ricorda, se acquisti il ​​dominio insieme all’account di hosting, rimborsano solo l’uso di denaro per l’acquisto dell’account di hosting. Il nome di dominio rimane di tua proprietà.

Vincitore: pareggio

BlueHost

SiteGround

Confronto prezzi BlueHost vs SiteGround

In questa era di concorrenza, è molto difficile per un’azienda caricare in alto senza fornire il valore in denaro. Sia BlueHost che SiteGround offrono prezzi competitivi.

Nome dominio gratuito

Avere un dominio gratuito per il primo anno potrebbe salvare alcuni dei tuoi fondi. Ma l’anno prossimo, devi pagare il prezzo se vuoi mantenere quel nome di dominio.

BlueHost offre un nome di dominio gratuito per il primo anno quando acquisti l’account di hosting da loro. E dopo il primo anno dovrai pagare $ 15,99 per il rinnovo. Non è troppo perché la maggior parte delle aziende richiede quasi $ 16 al momento del rinnovo del dominio.

SiteGround non offre un nome di dominio gratuito. Offrono un nome di dominio in soli $ 14,95 e l’anno successivo devi pagare lo stesso importo per il rinnovo. Quindi con SiteGround puoi risparmiare vicino a un dollaro per ogni rinnovo. Ma tieni presente che paghi $ 14,95 all’inizio dove BlueHost non fa pagare nulla.

Vincitore: BlueHost

Dovresti visitare il miglior elenco di registratori di domini se non ti piacciono i prezzi di dominio SiteGround e BlueHost.

Prezzi di hosting BlueHost e SiteGround

Entrambe le società offrono 3, 3 piani di hosting. Sul piano di base BlueHost è possibile ospitare 1 dominio mentre non vi è alcun limite al numero di visitatori. BlueHost pratica la stessa strategia della maggior parte delle aziende nel settore dell’hosting, ovvero maggiore è la durata dell’abbonamento, minore è il costo.

Quindi con BlueHost, puoi prendere il piano di base in $ 3,95 / mese. solo se hai sottoscritto i loro servizi per almeno 3 anni. Questo è divertente perché quando il periodo di rimborso è finito, ti sei bloccato con loro. E per un breve periodo come 1 anno il piano di hosting diventa costoso.

Tabella dei prezzi di Bluehost

D’altra parte, SiteGround non pratica questo tipo di tattiche. Offrono il loro piano di base (StartUp) in $ 3,95 / mese. anche se ti sei abbonato per un anno. Questo è buono e non rimarrai mai con loro per un periodo più lungo. Quindi, significa che sono più economici del BlueHost.

Inoltre, a differenza di BlueHost Siteground offre un numero illimitato di account e-mail, sottodomini e domini parcheggiati.

SiteGround pianifica i costi

Vincitore: SiteGround

BlueHost

SiteGround

Conclusione

Dal precedente confronto SiteGround vs BlueHost, sembra chiaro che SiteGround sia il vincitore. Le poche cose che possono impedire ai clienti di selezionare SiteGround sono lo spazio di archiviazione e il numero di visite / mese. Ma davvero non è un problema per i siti Web basati sul contenuto.

Per un nuovo sito Web, il loro StartUp è adatto. Abbiamo un altro blog basato sui contenuti per più di 3 anni che consumano ancora non più di 800 MB. E la larghezza di banda è anche sufficiente per un sito Web di nuova costituzione.

Oltre a questi, sono incredibili come Uptime del 99,99%, assistenza clienti velocissima e tempi di caricamento bassi ecc. Inoltre, molte altre recensioni degli utenti mostrano una risposta positiva a BBB.

SiteGround è la nostra migliore raccomandazione

Perché raccomandiamo SiteGround su BlueHost?

  • Incredibili servizi di supporto, uptime e tempi di caricamento eccezionali
  • SiteGround prende molte iniziative per rendere i propri servizi più veloci come SSD, NGINX, HTTP / 2 e plug-in cache interno.
  • Fornire isolamento dell’account e sicurezza di alto livello contro gli hack e le vulnerabilità.
  • Forniscono una tecnologia all’avanguardia nel settore come il metodo Linux Container, server con 256 GB di RAM, Intel Xeon E5-2690v3, ecc..
  • Sviluppano inoltre un proprio sistema di backup rapido e un monitoraggio proattivo del server interno.

SiteGround

BlueHost non è una cattiva scelta, ma SiteGround è l’opzione più appropriata in futuro se i requisiti del tuo sito aumentano, puoi facilmente passare al piano superiore e usufruire dei loro servizi non-stop.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map