Come avviare un blog di mamma usando WordPress (e crescere fino a diventare un business fiorente)

Se vuoi iniziare un blog per mamma, sei nel posto giusto! Sono Gina Badalaty di Embracing Imperfect e sono una mamma blogger dal 2002. Mentre il mio blog ha attraversato molte fasi, ora sono un blogger professionista pagato per un cliente da sogno, grazie alla mia esperienza pluriennale.


In questo articolo, condividerò il modo giusto di creare un blog per aiutarti a far crescere un blog e un’attività di successo!

Questo è il mio blog – Abbraccio imperfetto

Quanto fanno i blogger di mamma?

Se cerchi “quanto guadagnano i blogger”, vedrai storie di coloro che portano $ 40.000 a oltre $ 1.000.000 al mese. Questi blogger hanno sfruttato le loro storie per attirare il pubblico giusto, concentrandosi su argomenti popolari come la riduzione del debito piuttosto che gestire un blog per le mamme. Tuttavia, se non stai cercando di lavorare più di 80 ore alla settimana per raggiungerlo così in grande, puoi ottenere un reddito decente pianificando strategicamente il tuo blog come un business.

Ciò che puoi guadagnare dal tuo blog varia. All’inizio di quest’anno, sono stato sorpreso di ricevere assegni ad alto profitto da un vecchio post su pentole non tossiche con collegamenti di affiliazione. Sebbene sia difficile garantire che un post diventi virale, l’ottimizzazione del mio motore di ricerca (SEO) su quel post gli ha permesso di raggiungere il primo posto su Google.

Anche senza post virali, un piccolo blog può portare entrate regolari. Ho solo un blog a tempo parziale, ma ho inserito fino a $ 12.000 all’anno in post affiliati e sponsorizzati con il mio piccolo pubblico. La chiave sta sviluppando una nicchia per raggiungere il mio pubblico di destinazione.

I post sul blog, tuttavia, non sono l’unico modo per guadagnare dal tuo blog. Il mio blog mi ha aiutato a lanciare la mia carriera di scrittore in nicchie di genitori e di salute. Sviluppando relazioni con altre mamme blogger nel corso degli anni, non ho avuto problemi a trovare un lavoro stabile ogni volta che ne ho bisogno.

Configurare un blog di mamma e trasformarlo in un business

Non importa dove vuoi andare, il tuo blog puoi arrivarci. La chiave è la pianificazione strategica in anticipo per iniziare con il piede migliore in modo da poter finire dove ti portano i tuoi sogni.

Come inizi sul tuo blog? Scaviamo dentro.

I passaggi per impostare un blog di mamma

  • Passaggio n. 1: preparati prima di iniziare
  • Passaggio 2: imposta correttamente il blog della tua mamma
  • Passaggio 3: trasforma il tuo blog in un’azienda
  • Monetizza un blog di mamma
  • Esempi di blog di mamma
  • I blog sono ancora una cosa?

Strumenti consigliati

Divulgazione: BuildThis.io riceve commissioni di riferimento dagli strumenti elencati in questo sito Web. Ma le opinioni si basano sulla nostra esperienza e non su quanto pagano. Ci concentriamo sull’aiutare le piccole imprese e gli individui a costruire siti Web come azienda. Sostieni il nostro lavoro e scopri di più nella nostra informativa sugli utili.

1. Preparati per il lancio: marchio, pubblico, contenuto

Prima di iniziare il tuo blog mamma

Per gettare le basi per la creazione di un blog che attiri i visitatori, sono necessari 3 fattori critici:

  1. Un marchio accattivante
  2. Un modo per indirizzare il tuo pubblico
  3. Contenuto che è sul marchio e attraente per il tuo target

Potresti aver pensato che stavo per dire “web hosting” o “nome di dominio”, ma se vuoi avere una carriera fiorente lanciata attraverso il tuo blog, devi affrontarlo come un’azienda e questo significa prima costruire una solida base.

Costruisci il tuo marchio

Per costruire il tuo marchio, devi fare un lavoro introspettivo critico. Questo inizia con l’apprendimento del tuo “perché”. Simon Sinek, autore del best-seller “Inizia con il perché,”Scrive,

Le persone non comprano COSA fai, comprano PERCHÉ lo fai.

Scoprire il tuo “perché” ti aiuterà a concentrarti sulla creazione di contenuti potenti e sulla costruzione di un business di successo attorno ad esso.

È tempo di tirar fuori carta e penna e chiederti perché vuoi scrivere un blog. Per scavare molto in profondità, devi porre la domanda “perché” a ciascuna delle tue risposte almeno 5 volte. Ad esempio, recentemente ho usato questo processo per rinominare. La mia dichiarazione di apertura è stata: “Voglio fare un blog per aiutare le mamme a crescere bambini autistici con sfide serie. Da lì, ho continuato a chiedere “perché” per ciascuna delle mie risposte fino a quando non sono riuscito a “dimostrare che i nostri figli possono vivere una vita intenzionale e gioiosa e rendere il mondo un posto migliore”.

Il bello di questo esercizio è che spesso scoprirai che il tuo “perché” aiuta gli altri, ma dovresti anche fare un tuffo un po ‘più egoista nel tuo perché. Cosa ti motiverà ogni giorno per superare le parti difficili della gestione di un’azienda di blog di successo? Forse vuoi liberare entrate per pagare i debiti. Forse sei interessato a creare un sito web per autori per creare una piattaforma per quel libro che stai scrivendo. O forse ti piacerebbe guadagnare abbastanza per comprare una bellissima casa sulla spiaggia.

Usa questo esercizio del “perché” per sognare in grande in modo da poter superare le sfide per diventare un blogger di livello mondiale con un’azienda che aiuta gli altri mentre realizza i tuoi sogni.

Trova il tuo visitatore ideale

Una volta che hai il tuo “perché”, ora puoi concentrarti sulla ricerca del tuo visitatore ideale. In questo passaggio, scoprirai chi è e di cosa ha bisogno. Alcuni dati demografici di base a cui pensare includono:

  • Età
  • Numero di bambini / ragazzi o ragazze
  • Fascia di reddito / livello di istruzione
  • Lavoro professionale, mamma casalinga, imprenditore?
  • Dove vive: città, campagna, periferia?
  • Proprietario di abitazione, abitante dell’appartamento?
  • Proprietario dell’animale domestico? Proprietario dell’auto?
  • Credente, ateo, agnostico?
  • Nicchia speciale: mamma croccante, vuole essere in forma, bambini con bisogni speciali, mamma di calcio, bambini adottivi, ecc.

Il mio pubblico target include le mamme che crescono interpolazioni e adolescenti con autismo grave e disabilità correlate. Hanno bisogno di soluzioni salutari per i loro figli e un modo per prevenire il burnout.

La persona nella tua mente potresti essere tu ma devi creare un “avatar” che non sei tu. Ciò renderà più semplice la creazione di contenuti in base alle sue esigenze, che non cambierà anche se i tuoi lo fanno. È anche più facile scrivere i tuoi post per quella persona.

Pianifica i tuoi contenuti con la ricerca del pubblico

Una volta che hai preso del tempo per capire il tuo lettore ideale, il passo successivo è ricercare le sue esigenze. Il tuo blog dovrebbe fornire informazioni preziose per l’avatar che hai creato che possono portare a opportunità di monetizzazione per te. Lo scopri ricercando i suoi punti di dolore e piacere.

Puoi utilizzare Google, ma un modo molto più efficace di ricerca è quello di intervistare il tuo pubblico di destinazione. Questo mi ha davvero aiutato a focalizzare il mio blog. Scrivi semplicemente 5 domande aperte sulle esigenze del tuo avatar. Una delle mie domande era: “Quando si tratta di aiutare il tuo bambino autistico, quali soluzioni hanno aiutato?”

L’intervista dovrebbe durare solo 15-20 minuti. Puoi farlo via e-mail, telefono, Skype – ovunque il tuo amico sia a proprio agio. È meglio chiedere a persone che ti conoscono e si fidano di te. Sarei cauto se vuoi intervistare persone di qualsiasi gruppo di Facebook in cui ti trovi – prima avrai bisogno dell’autorizzazione.

Questa ricerca ti aiuta a capire quali sono i problemi che il tuo pubblico sta affrontando, così puoi fare brainstorming sui contenuti che li risolvono. Ad esempio, le mie interviste hanno rivelato che i bambini autistici prosperano con soluzioni ponderate. Ecco un esempio di un titolo che ho scritto sulla base della ricerca: “Coperte ponderate per l’autismo: la nostra esperienza con Sonna Zona.”Come puoi vedere, questo articolo non è solo una ricerca a secco, ma un modo personale per condividere informazioni e raccomandare uno strumento che ho usato per risolvere un problema comune.

Mentre pianifichi i tuoi contenuti, considera ciò che puoi fornire personalmente (prodotti, servizi, appartenenza, ecc.) Per aiutare il tuo avatar a ridurre i punti deboli e aumentare la felicità.

Pensa anche al “quadro generale”. Ad esempio, se scrivo 10 post dedicati a questo argomento, posso creare un ebook da quei post che posso vendere a lettori e potenziali clienti. Non hai bisogno di un lungo elenco di argomenti. Solo 5-10 idee per iniziare, con 2-3 argomenti di articoli pieni di consigli personali, unici e / o di esperti.

Design e immagini

Non è fondamentale avere un logo o un design personalizzato in questa fase. Usa un modello attraente da WordPress che si adatta al tema del tuo blog, ad esempio uno con un design di sito Web per scrittori che sono mamme. Una tavolozza di colori può rendere il tuo marchio più riconoscibile mentre avanzi, ma un giorno potresti voler cambiare il tuo aspetto o esternalizzare lo sviluppo del tuo sito Web.

Per creare immagini per post e condivisioni, Canva è uno strumento di facile utilizzo che ti aiuterà a creare immagini di dimensioni adeguate per il tuo blog e diverse forme di social media.
Quando si aggiungono immagini, ognuno dovrebbe avere un “testo alternativo” descrittivo (noto anche come “alt tag”) per i non vedenti. I tag Alt aiutano anche il SEO, quindi assicurati di creare un titolo che corrisponda alla tua parola chiave SEO.

Mettiti comodo usando la fotocamera dello smartphone per creare immagini interessanti da condividere. Puoi anche usare immagini professionali. Sono disponibili immagini royalty-free a basso costo o gratuitamente a risorse fotografiche affidabili come DepositPhotos.com o Pexels.com.

Dai un’occhiata a questo elenco di 30 risorse di immagini gratuite dal Web Hosting Secret Revealed. MAI utilizzare un’immagine che trovi su Google per il tuo blog; quelli sono protetti da copyright.

Impostazione dei limiti per i contenuti del tuo blog

Dovresti decidere ora quale tipo di limiti impostare quando scrivere o condividere sui tuoi figli, tuo marito e altri cari, comprese le immagini. Ad esempio, non scrivo mai blog sulla mia famiglia in qualcosa di diverso da un modo utile e positivo e mi assicuro che tutte le foto dei miei figli siano molto al di sopra (senza scatti “costume da bagno”).

Quali argomenti sensibili eviterai o dovrai chiarire con i familiari? Malattia, finanze, perdita di lavoro e romanticismo possono essere argomenti delicati, quindi fai attenzione a ciò che rivelerai ai lettori. Anche se la tua azienda decolla, è anche saggio mantenere segreti il ​​tuo telefono, indirizzo e possibilmente anche il quartiere.

2. Configurare il tuo blog mamma

Ci sono una serie di opzioni da considerare quando scegli di impostare il tuo blog, come il tuo budget.

Da dove cominciare: hosting e funzioni di base

Inizia pensando al nome di dominio del tuo blog. Quando ho rinnovato il blog di mia madre, ci sono voluti alcuni mesi di brainstorming per inventare il marchio “Embracing Imperfect”. Pensa a un nome che incapsuli la tua nicchia, la tua personalità e le esigenze del tuo pubblico.

Successivamente, avrai bisogno di un servizio per ospitare il tuo blog.

Ci sono alcuni svantaggi se vuoi avere un blog “gratuito”. L’uso di un servizio “fatto per te” come Wix o Weebly può effettivamente essere più costoso di quanto si pensi. Sarai molto limitato in ciò che puoi fare con il tuo blog. In Wix, ad esempio, il tuo pubblico sarà soggetto a pubblicità e il tuo nome di dominio includerà il suo nome al suo interno.

Il miglior web hosting per autori, coach, futuri imprenditori e chiunque voglia un blog di mamma è un’opzione self-hosted che utilizza WordPress.

Homepage di hosting A2 (clicca per visitare)

Puoi utilizzare servizi di hosting convenienti e di alta qualità come A2 Hosting, InMotion Hosting o SiteGround. Questi fornitori affidabili costano solo $ 4- $ 7 al mese e offrono alcuni dei migliori siti Web di hosting per scrittori e blogger. Possono aiutarti a impostare anche il tuo nome di dominio per circa $ 15-20 all’anno.

Scegli un marchio che includa “certificato SSL”. Questo è un certificato di sicurezza necessario per la sicurezza e SEO. Il tuo dominio è simile al seguente: “https://www.tuodominio.com” anziché “http: //”. Chiedi al tuo host web questa opzione.

L’editor di WordPress

Una volta che il tuo host ha impostato il tuo database e blog WordPress, vai al post “campione” fornito e inizia a scrivere. Dai un’occhiata a questi siti per buoni tutorial:

Una delle grandi cose di WordPress è che ci sono migliaia di plugin che ti aiutano a gestire il tuo blog. Questi sono strumenti che installi attraverso il menu Plugin che ti aiutano a mantenere ed eseguire diverse funzioni. Man mano che cresci, vorrai aggiungere altro, ma fai attenzione. Troppi plugin possono rallentare il tuo blog. Questi strumenti devono anche essere aggiornati di volta in volta.

Esempio di pagina di plugin nel backend di WordPress.

Quando scrivi il tuo primo post, nel menu “Nuovo”, hai due opzioni principali: “Pubblica” o “Pagina”. Sono simili ma funzionano in modo diverso. I post sono per post di blog regolari che possono essere aggiornati, modificati e aggiornati in base alle esigenze. I tuoi lettori possono iscriversi a loro. Le pagine sono post statici che cambiano raramente, come la tua pagina “Informazioni”, un kit multimediale, il tuo codice etico, ecc.

Ecco come appare l’editor di WordPress:

Suggerimenti per scrivere post eccellenti

Ora è il momento di iniziare il tuo primo post. Assicurati che la “voce” del tuo post sia accessibile, autentica e ben informata pur essendo appropriata per il tuo pubblico di destinazione e la tua nicchia. Scegli la qualità piuttosto che la quantità. Un post autorevole di 2000 parole è migliore di quattro post di 500 parole.

Inoltre, assicurati che i tuoi argomenti abbiano un thread comune. Se il tuo blog ha una stretta nicchia, tutti i tuoi post verranno messi in relazione, ma in caso contrario, prova a trovare un tema a cui ricollegare tutto in modo da poter collegare i post correlati nel tuo blog. Questo aiuterà anche i tuoi sforzi SEO.

A ogni post dovrebbe essere assegnata una “categoria” e un “tag”. (Vedi il lato destro dell’immagine dell’editor sopra.) Le categorie sono brevi, argomenti pratici che vengono trattati regolarmente. Dovresti limitarli a non più di 6, ma 3 o 4 è ancora meglio. I miei sono genitorialità, autismo e vita non tossica. Tutto il resto sarà una sottocategoria o affrontato in quell’argomento.

Ad esempio, di solito discuto della mia fiducia nei miei posti di genitore. Per impostazione predefinita, le categorie saranno intestazioni di menu in WordPress.

Esempio: utilizzo delle categorie di post come menu di navigazione del blog.

I tag sono argomenti trattati meno frequentemente. Questi possono essere più lunghi e più incentrati sulle parole chiave. Sul mio blog, “autismo” è una categoria, mentre “soluzioni di autismo” è un tag. Non vuoi un tag univoco per ogni post ma argomenti regolari su cui lavori.

Infine, quando scrivi, mantieni i tuoi paragrafi brevi (3-4 frasi) e intrecciati in immagini pertinenti in tutto. Questo metodo di “blocco” dei dati semplifica la scansione dei lettori. Inoltre, utilizzare i punti elenco quando ha senso.

Questioni legali

Ci sono alcuni problemi legali che devi considerare quando scrivi il tuo blog. Questi ti terranno al sicuro mentre vai avanti:

  • Filigrana le tue immagini – Che si tratti di foto o grafica personali che crei, una semplice filigrana è un modo rapido e semplice per proteggere le tue immagini. Imparare come farlo a Canva.
  • Sii conforme al GDPR – Questa è una legge che si applica a chiunque si iscriva al tuo blog dall’Unione Europea. Scopri come configurarlo in 10 minuti a Blogging Your Passion.
  • Mantieni il tuo blog sicuro – Avrai bisogno di un filtro antispam, sicurezza e un modo per eseguire il backup del tuo blog. Questi sono trattati nel link “18 cose” sopra.
  • Non plagiare mai i contenuti  – Se vuoi citare il blog di qualcuno, è una buona etichetta chiedere prima e riconoscerlo sempre!

3. Costruisci il tuo blog mamma in un’azienda

Ormai hai già fatto gran parte del lavoro necessario per dare al tuo blog le migliori possibilità di diventare un’azienda redditizia. Successivamente, metteremo insieme tutti i pezzi per aiutarti a guadagnare un reddito costante.

Costruisci il tuo pubblico

Come attiri il tuo pubblico target? Esistono diversi strumenti a tua disposizione che ogni blogger dovrebbe utilizzare per aumentare il proprio pubblico:

Ottimizzazione del motore di ricerca

In cima all’elenco c’è l’ottimizzazione dei motori di ricerca. Ogni post che scrivi dovrebbe avere una parola chiave unica, cioè una frase che le persone stanno cercando. Potresti avere in mente una frase ma devi scoprire se la gente la sta cercando. Strumenti gratuiti che possono aiutarti a scoprire questo includono Google Keyword Planner (dovrai configurare un account Google), Ubersuggest, o KW Finder (limitato a pochi al giorno).

Google Keyword Planner.

Una volta trovata una frase, cerca su Google le domande correlate che le persone hanno sull’argomento e aggiungile anche al tuo post. Assicurati di utilizzare i tag di intestazione (H1, H2) per aggiungere titoli che includono la tua parola chiave e inserirla nel titolo del post. Ripeti la parola chiave e le varianti nel tuo post, ma assicurati che la scrittura sia ancora valida. Usa il Plugin Yoast per consigli su come ottenere i migliori risultati SEO.

Assicurati che i tuoi post rimandino a:

  1.  Fonti autorevoli, ad esempio, statistiche dell’Organizzazione mondiale della sanità.
  2. Altri post che hai scritto sull’argomento nel primo paragrafo.

Ciò che rende di volta in volta un buon posizionamento delle parole chiave in Google cambia. Per una revisione aggiornata di come classificare bene in Google, leggi questo rapporto da Backlinko ogni anno. È importante utilizzare anche le tue parole chiave nei social media, soprattutto quando condividi post!

Social media

Ti consiglio di scegliere solo 1 o 2 punti di social media su cui concentrarti. Per me, quelli sono Facebook e Instagram. Una volta sui social media, cogli ogni opportunità per imparare, sperimentare e provare nuove cose. Sii il tuo io naturale e allineati con il tuo marchio nel modo più autentico possibile.

Sono io su Facebook!

Installa un plug-in su WordPress che consente ai tuoi lettori di condividere post con la maggior parte delle piattaforme social popolari, anche se non ci sei. Puoi usare un plugin come Facile condivisione sociale o Snap sociale che aiuta a connettersi con reti diverse.

Infine, sii cauto con ciò che condividi e come esprimi le cose. È facile essere fraintesi e inseriti nella lista nera nel clima odierno. Sii onesto e autentico, ma soprattutto rispettoso.

Newsletter via email

Una regolare newsletter via e-mail ti aiuterà a rimanere in contatto con il tuo pubblico, fare annunci, offrire più suggerimenti e altro ancora. Puoi usare un servizio di email marketing come MailChimp o Mailerlite iniziare.

Esempio: utilizzo dell’account MailChimp imperfetto.

Non è necessario che la tua newsletter sia elegante, ma solo informazioni utili che invii regolarmente al tuo pubblico (ovvero ogni 2 settimane). Per mettere le persone nella tua lista e-mail, crea un prezioso oggetto gratuito, ad esempio un foglio di suggerimenti con (“I 10 migliori consigli per i nuovi genitori”) e promuovilo sui social media.

Eventi video

Prima o poi, quasi tutti i blogger devono accedere ai video. Le tue opzioni qui sono illimitate, da una breve storia di Instagram a eventi di 60 minuti su Facebook Live a qualsiasi lunghezza sul tuo canale YouTube. È buona norma mettersi a proprio agio davanti alla telecamera e aiuterà a stabilire la propria autorità.

Esempio: una delle mie sessioni live su FB.

Puoi dare un’occhiata a uno dei miei  Facebook vive su come raggiungere i tuoi obiettivi.

Autorità istitutiva

Devi diventare un’autorità nella tua nicchia per guidare il traffico. Come puoi farlo oltre ai social media? Un modo chiave è quello di costruire relazioni reali con le persone nelle nicchie correlate. Puoi farlo in diversi modi:

  •  Guest post blogging – Inserisci blog di traffico intenso nella tua nicchia che corrispondono al tono del tuo blog. Rivedi le loro linee guida per l’invio e dai un’occhiata ai post degli ospiti. La chiave per indirizzare il traffico è assicurarsi di avere un link all’interno della posta ospite a un tuo post pertinente, se consentito.
  • Conferenze di Blogger – Partecipare alle conferenze di blogger ti aiuta a fare rete con blogger e marchi, inoltre imparerai abilità e pratiche di blogging aggiornate.
  • Pensa locale – Guarda le sedi locali che corrispondono alle tue competenze, come reti televisive pubbliche, stazioni radio, podcast ed eventi che puoi commercializzare mentre partecipi.
  • Unisciti ai gruppi di Facebook dedicati alla tua nicchia – È scortese promuovere il tuo blog in gruppi, ma puoi condividere ciò che conosci e affermarti come autorità. Segui o fai amicizia con le persone con cui vuoi stringere vere amicizie.

Idee di monetizzazione per il tuo blog di mamma

I blogger di successo affermano che dovresti avere 7 flussi di entrate. Con un blog, può essere facile come queste vie di reddito comuni per i blogger:

1. Sponsorizzazione

I marchi pagano i blogger per promuovere e pubblicare post, condivisioni social e altro. Alcuni addirittura acquistano ricette o foto da blogger esperti. La maggior parte dei blogger inizia a recensire i prodotti gratuitamente mentre costruiscono il loro portfolio e molti lavorano con una rete di influencer, come Distorsione collettiva, una volta che sono abbastanza grandi.

2. Marketing di affiliazione

Quando ti iscrivi a un programma di affiliazione, guadagni entrate per tutto ciò che vendi attraverso i tuoi link di affiliazione. Amazon.com è uno dei più riconoscibili e semplici. Per i blogger più grandi, reti come ShareASale e MediaVine creare entrate passive redditizie per i blogger.

3. Creazione di prodotti da vendere

I blogger che hanno un occhio per il design o l’arguzia creano magliette o tazze attraverso aziende come Teespring. Altri creano calendari, riviste ed e-book che soddisfano le esigenze del pubblico o inventano qualcosa di completamente nuovo!

4. Lavoro freelance

Usa il tuo blog, le foto e i post degli ospiti per creare il tuo portfolio. Una volta che hai esperienza al tuo attivo, puoi iniziare a scrivere per altri a pagamento, fare marketing sui social media o vendere foto alle case di magazzino. Molti blogger diventano anche assistenti virtuali o web designer.

5. Corsi di insegnamento

Se hai un’abilità specifica, insegnala con video, ebook e / o un gruppo di supporto o usa una piattaforma come Insegnabile per creare un corso.

6. Vendita diretta

Molti influenzatori approfittano di queste opportunità commerciali già pronte se il prodotto serve direttamente il loro pubblico di destinazione. Ad esempio, un marchio di proteine ​​in polvere potrebbe funzionare bene su un blog di fitness.

7. Coaching

Molti blogger sviluppano competenze o ottengono la certificazione in un campo e convertono i loro blog in attività di coaching.

Come puoi vedere, il tuo blog di mamma può essere più di un semplice luogo in cui condividere i tuoi pensieri sulla genitorialità. Può essere la base per una fiorente carriera – e non solo come scrittore! Blogging offre una varietà di opportunità imprenditoriali, freelance e altre se prendi il tempo e la cura per pianificare proprio come un business.

I blogger di mamma più popolari

Ecco alcuni dei miei preferiti personali e come guadagnano il loro reddito:

1. Brandi Jeter 

Brandi Jeter – La mamma lo sa tutto

Brandi Jeter di Mama Knows It All scrive sulla transizione da un genitore single a una madre sposata di una figlia appena nata e in crescita. È anche coach di blog, gestisce una community di blog e ha scritto diversi e-book e libri.

2. Vera Sweeney e Audrey McClelland

Vera Sweeney – Lady And The Blog
Audrey McClelland – MomGenerations

Vera Sweeney e Audrey McClelland hanno iniziato con i loro blog più di un decennio fa. Sono diventati partner commerciali e ora gestiscono il Permesso di trambusto, che aiuta le persone a prosperare trovando un equilibrio tra lavoro e vita. Vera e Audrey lavorano ancora con numerosi marchi di spicco, ospitano eventi, insegnano a conferenze e molto altro ancora!

3. Amiyrah Martin

Amiyrah Martin – 4 cappelli & Frugale

Amiyrah Martin di 4 cappelli & Frugal scrive di godersi la vita familiare con un budget limitato, ma questa è solo la punta dell’iceberg. Condivide come sfuggire al debito e prosperare con un budget limitato. È così grande fan di Star Wars che ha coperto numerosi eventi sul tappeto rosso e ha anche recitato in un annuncio di Star Wars per Target.

4. Leah Segedie

Leah Segedie – Mamavation

Leah Segedie di Mamavation.com è un’attivista blogger che ha iniziato condividendo i suoi segreti per perdere 100 chili e aiutare le mamme a rimettersi in forma. Oggi lavora nel movimento biologico per vivere e consulta le aziende alimentari e i legislatori di fama mondiale per proteggere il cibo dei nostri bambini.

I blog di mamma sono ancora rilevanti oggi?

Si è parlato molto se i blog sono ancora pertinenti. Lo sono, ma la natura del blog è cambiata. Le persone non corrono ai blog di mamma per ascoltare le ultime notizie su come qualcuno sta crescendo il loro bambino. Invece, stanno cercando contenuti preziosi e nuove prospettive che li aiutino a migliorare la propria situazione. Ciò significa che il tuo blog deve essere pieno di contenuti utili e unici nel loro genere ottimizzati solo per il tuo pubblico di destinazione.

Ad esempio, il mio blog si rivolge alle mamme che stanno crescendo bambini autistici e fornisce strategie olistiche per aiutare i loro figli – e se stessi – a prosperare.

Se offri contenuti unici e personalizzati per un determinato pubblico, hai buone possibilità di guadagnarti da vivere dal tuo blog direttamente dal blog o da un’attività commerciale.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map