Come avviare un blog alimentare con WordPress

Quindi hai deciso di vivere a tempo pieno con un blog sul cibo?


Eccezionale!

Sai … molti blog che guadagnano entrate a 6 cifre oggi sono stati tutti costruiti da qualcuno come te, con nient’altro che una passione inesorabile per la loro nicchia.

E sono felice che tu stia facendo il tuo primo passo oggi. Quindi iniziamo.

Navigazione

  • Passaggio 1: decidi il tipo di blog sul cibo
  • Passaggio 2: nome di dominio, hosting Web e generatore di siti
  • Passaggio n. 3: temi e plug-in per blog alimentari WordPress
  • Passaggio n. 4: far decollare il tuo blog alimentare
  • Come fare soldi blog di cibo – un piano infallibile

lista Strumenti 

Divulgazione FTC: BuildThis riceve commissioni di riferimento dagli strumenti elencati in questo sito Web. Ma le opinioni si basano sulla nostra esperienza e non su quanto pagano. Ci concentriamo sull’aiutare le piccole imprese e gli individui a costruire siti Web come azienda. Sostieni il nostro lavoro e scopri di più nella nostra informativa sugli utili.

Come avviare un blog alimentare

Passo 1 – Decidi quale tipo di blog alimentare vuoi iniziare

Avviare un blog sul cibo è facile ma decidere cosa scrivere è difficile.

L’argomento del blog sul cibo, in generale, è troppo ampio.

È sempre meglio restringere i tuoi argomenti ad alcune nicchie su cui puoi concentrarti. Devi prendere sul serio il tuo blog sul cibo come un vero business. Le nicchie che puoi considerare sono probabilmente, senza glutine, senza glutine, carboidrati, vegani o frugali.

In alternativa, puoi specializzarti nel tipo di cottura per i tuoi blog alimentari come grigliare, cuocere al forno o arrostire.

Passo 2 – Scegli un nome di dominio, hosting e un costruttore di siti 

Dopo aver deciso la nicchia del tuo blog sul cibo, ecco le 3 cose che devi avviare:

  1. Un nome di dominio
  2. Un hosting
  3. Un costruttore di siti

Prima arriva il nome di dominio. In poche parole, il tuo nome di dominio è il tuo indirizzo web.

Molte persone si preoccupano dell’uso di “parole chiave” nel nome di dominio in modo che Google lo mostri in primo piano quando gli utenti cercano tali parole chiave.

Tuttavia, la presenza della parola chiave nel nome del dominio non influenza più l’algoritmo del motore di ricerca.

Quindi, se vuoi aprire un blog sul cibo paleo, NON DEVI chiamare il tuo blog paleofood.com. Almeno, farlo non ti darà alcun brownie points SEO.

Detto questo, dipende interamente da te che tipo di nome di dominio scegli.

Inoltre, devi sapere che va bene avviare un blog alimentare e utilizzare il tuo nome come nome di dominio. Quindi, se sei Jane Doe, è OK chiamare il tuo blog alimentare JaneDeo.com.

In questo modo, avrai rendimenti più alti nel lungo periodo perché, dopo un po ‘di tempo, diventerai un marchio popolare nella tua nicchia. Potresti anche diventare l’influencer.

Un ottimo esempio di un marchio così personale è l’influencer dell’assistenza clienti, Shep Hyken. Avrebbe potuto facilmente chiamare il suo blog “customersupportadvice.com”.

Hai avuto l’idea, giusto?

Va bene.

Dopo aver scelto un nome di dominio, puoi utilizzare un servizio di registrazione dei nomi di dominio come Namecheap per prenotarlo. Oppure, puoi anche acquistarlo dal tuo provider di hosting se ne offrono uno. (Molti di loro danno persino domini gratuiti con piani annuali.)

Una volta ottenuto il nome di dominio, devi trovare un host affidabile per rendere attivo il tuo sito web.

Ci sono molti host web tra cui scegliere, e molti di loro hanno anche pacchetti WordPress gestiti. La differenza tra un normale account di hosting WordPress e un account di hosting WordPress gestito è che in quest’ultimo i provider di hosting si prendono cura della sicurezza del tuo sito e mantengono aggiornato il tuo sito con l’ultima versione di WordPress.

Di seguito, sto raccomandando quattro provider di hosting di facile utilizzo. (Sto collegando ciascuna opzione alla sua recensione dettagliata dal mio altro blog incentrata sugli host web.)

  • iPage – La mia scelta di hosting di budget n. 1, adatta per i neofiti.
  • eHost: un’altra scelta per i neofiti; facile da usare e conveniente.
  • SiteGround – Scelte di hosting premium con un buon supporto clienti.
  • Hosting InMotion – Host web molto affidabile, sede di BuildThis.io.

Gli host Web possono essere economici fino a $ 1,99 al mese e costosi fino a $ 29 al mese. Sentiti libero di iniziare il tuo sito web con un piano entry-level e poi pagare di più man mano che il traffico aumenta.

Con l’host web e il nome di dominio, la prossima cosa che devi scegliere è una piattaforma per costruire il tuo sito o il costruttore del sito. In questo tutorial, stiamo impostando il CMS di WordPress (altro)
sul costruttore del sito Web qui.)

Ospitato autonomamente rispetto a WordPress.com

WordPress alimenta il 31,8% di Internet e c’è una differenza tra WordPress.org e WordPress.com. Il modo più semplice per capire la differenza tra un account self-hosted e un account WordPress.com è guardare come appariranno i tuoi URL con ciascuno.

yourfoodblog.wordpress.com

O

yourfoodblog.com

Il primo è un sito Web ospitato gratuitamente con WordPress.com. Ovviamente, WordPress è marchiato dappertutto.

Il secondo – yourfoodblog.com – è un sito web self-host indipendente nel vero senso della parola.

Un sito Web ospitato gratuitamente con il sito Web WordPress.com È adatto a te se:

  • Sei SOLO un blogger hobbista
  • NON vuoi … o non sei serio nel guadagnarti da vivere online
  • Non ti importa del tuo marchio personale
  • Sei contento delle varie opzioni limitanti come nessun supporto per plugin e altri
  • Non vuoi vendere annunci sul tuo sito (almeno fino a quando non diventi un sito Web ad alto traffico)

In caso contrario, scegli un sito Web WordPress ospitato da solo. Ciò ti consentirà di sfruttare le migliaia di temi e plugin di WordPress
(sia gratuiti che a pagamento) e crea un sito Web che puoi eseguire e ridimensionare.

Con ciò, tutta la logistica è fuori mano.

Ora sei pronto per iniziare a costruire il tuo blog. Per questo, avrai bisogno di un tema e di alcuni plugin.

Passaggio 3: scegli i migliori temi del blog alimentare di WordPress

Dato che hai appena iniziato con il tuo blog e poiché passerà qualche tempo prima che inizi a fare soldi per te, va bene iniziare con un tema gratuito.

Temi gratuiti

Ecco tre temi gratuiti per gli alimenti WordPress tra cui scegliere:

diade

diadedimostrazione & dettagli

Dyad è uno splendido tema di blog di cibo con un bellissimo layout di blog. Mantiene le immagini sotto i riflettori, che è una caratteristica altamente desiderabile per un tema blog di cibo. Ti piacerà anche il cursore della home page gigante che puoi scegliere di presentare le tue migliori ricette. Inoltre, proviene da Automattic (la società dietro WordPress.com), quindi puoi essere sicuro che aderisca ai migliori standard di codifica e qualità.

Kouki

Koukidimostrazione & dettagli

Kouki è per te se ami gli spazi bianchi e preferisci un design zen e minimale. Kouki utilizza un font eccezionale e visualizza le immagini in modo molto elegante. Associarlo a uno dei plug-in per ricette gratuiti (consigliato di seguito) e dovresti essere pronto per andare online con il tuo blog alimentare.

Veggie Lite

veggidimostrazione & dettagli

Veggie Lite è un altro tema WordPress semplice per i food blogger. Ha un layout mirato che attirerà l’attenzione dei tuoi lettori. E con tutti i suoi spazi bianchi, lascia respirare il tuo sito Web ed è facile da vedere.

Scopri altri temi gratuiti sul blog di cibo dal Repository WordPress.org.

Temi a pagamento

Ora – I temi gratuiti sono buoni per cominciare, ma se hai il budget e puoi ospitare un tema di cibo premium liscio, sicuramente, acquistane uno.

L’appeal visivo di un blog di cucina gioca un ruolo importante nel suo successo. Ecco alcuni temi golosi da provare:

Tema Cook´d Pro

cookddimostrazione & dettagli

Cook’d Pro è un tema di cibo WordPress abbagliante che sembra fantastico su tutti i dispositivi. Come puoi vedere nello screenshot sopra, si concentra fortemente sulle immagini.

Inoltre, è costruito sul framework Genesis, che è noto per essere veloce e leggero. Il framework Genesis include anche un pannello separato per le impostazioni SEO e anche per altre impostazioni di layout.

Nota che i temi di Genesi hanno solo le caratteristiche di cui hai bisogno; non arrivano con troppe campane e fischietti. Detto questo, fanno il loro lavoro magnificamente.

Il Tema del piatto giornaliero è un altro tema di Genesi che dovresti dare un’occhiata. È alimentato dalla stabilità e dalla velocità del framework Genesis e utilizza un design piatto accattivante ed elegante
è completamente reattivo.

Costo: $ 129

Tema di Food Blogger

Tema WordPress per Food Blogger di Templaticdimostrazione & dettagli

Il Tema di Food Blogger è per te se vuoi un blog sul cibo e un sito web di ricette dall’aspetto pulito e professionale. Puoi usare il generatore di pagine Elementor per ri-strutturare o riprogettare facilmente le tue pagine.

Inoltre, il tema di food blogger è SEO friendly e include tutte le funzionalità che un blog di cucina deve avere: un tipo di post speciale per le ricette, un design di homepage che dica tutto, supporto WooCommerce, supporto per banner pubblicitari e un dispositivo mobile-friendly design.

Il blogger alimentare è altamente personalizzabile e consente di pubblicare il tuo blog alimentare in pochi minuti.

Costo: $ 79

Tema Blog alimentare

foodblogthemedimostrazione & dettagli

Il tema Food Blog viene da NimbusThemes. Quello che mi piace di più del tema diverso dallo splash visivo che produce è l’attenzione del tema sul branding.

Il tema Blog alimentare viene fornito con il plug-in Scheda ricette WordPress che ti consente di aggiungere ricette SEO-friendly al tuo blog. I blogger alimentari hanno costruito alcuni siti Web eccellenti con questo tema.

Costo: $ 39

Tema YumBlog

yumblogdimostrazione & dettagli

Questo prodotto Up Themes è facilmente uno dei temi blog blog WordPress più elaborati. Viene fornito con un modello di ricetta personalizzato e consente anche di accettare invii di ricette dai tuoi lettori. Questi invii di ricette sono forniti da Cooked, un plugin premium da $ 39. Gli elenchi delle indicazioni e degli ingredienti delle ricette di questo tema sono dotati di una casella di controllo che consente ai lettori di assicurarsi di non perdere alcun passaggio o elemento importante.

Costo: $ 125

Passaggio 4 – Installa i plugin WordPress giusti per massimizzare il tuo blog alimentare

Utilizzando uno dei suddetti temi, sarai pronto con un blog funzionale.

Ma – Non importa quanto un tema possa essere ben congegnato per una nicchia, non è possibile includere tutte le funzionalità di cui il proprietario di un sito Web potrebbe aver bisogno.

Ad esempio, per il tuo blog sugli alimenti, potresti renderti conto che hai bisogno di un modo migliore e più ottimizzato per mostrare le tue ricette, oppure potresti voler rendere facilmente condivisibili le immagini dei tuoi post su Pinterest su Pinterest. Funzioni come queste non verranno necessariamente inserite nel tema.

Per ottenere tali funzionalità, è necessario installare plug-in.

Ecco alcuni plug-in per blog alimentari WordPress che aggiungeranno valore al tuo blog:

Ricetta WP Ultimate

ultimate-ricettadimostrazione & dettagli

WP Ultimate Recipe è un plug-in per blog alimentari WordPress ottimizzato per dispositivi mobili che ti consente di aggiungere ricette al tuo blog. Puoi usarlo per trasformare qualsiasi normale tema WordPress in un tema alimentare.

Inoltre, consente agli utenti di condividere e stampare le tue ricette.

La versione premium di WP Ultimate Recipe sblocca funzionalità come consentire agli utenti di inviare ricette, valutare le tue ricette, mostrare valori nutrizionali e altro.

Ricette di Simmer

cuocere a fuoco lentodimostrazione & dettagli

Ricette di Simmer è un altro plugin che ti consente di pubblicare ricette sul tuo blog. Offre impostazioni facili per elencare gli ingredienti, dare istruzioni di cottura e altre informazioni. Le ricette che aggiungi utilizzando questo plug-in sono compatibili con i motori di ricerca perché questo plug-in utilizza il markup dello schema di Google per creare strutture SEO friendly.

Ingredienti Ricetta Cicoria

cicoriadimostrazione & dettagli

Ricetta cicoria Ingredienti è un interessante plug-in di blog alimentare che ti consente di aggiungere un pulsante Acquista sotto tutti gli ingredienti della tua ricetta.

Quando gli utenti fanno clic su di esso, portano a negozi di alimentari online dove possono acquistare direttamente. Ovviamente, ottieni un taglio per ogni vendita che fai riferimento. Non solo, ricevi anche rapporti settimanali e mensili sul rendimento delle tue ricette in termini di generazione di entrate.

Cucinato

cucinatodimostrazione & dettagli

Cooked è un plug-in per ricette WordPress di alta qualità fornito con un generatore di ricette con trascinamento della selezione. Inoltre viene fornito con 10 layout pronti per l’uso.

Con Cooked, ognuno dei tuoi lettori ottiene una pagina del profilo. Cotto viene inoltre fornito con un timer, una potente barra di ricerca e informazioni nutrizionali su ricette / ingredienti. Per tutte le funzionalità che offre, questo plugin è un vero affare a $ 39.

Oltre a questi plugin, ci sono alcuni plugin che consiglio a ciascun sito di avere. Questi non sono specifici per nessuna nicchia in quanto tale e aggiungono valore a qualsiasi sito in cui vengono utilizzati. Dai un’occhiata all’elenco completo qui.

Va bene, quindi questo si occupa della logistica. Hai il dominio, l’hosting e un tema … e alcuni plugin opzionali.

A questo punto, sei pronto per iniziare a lavorare sul tuo blog e determinare quali argomenti tratterai, con quale frequenza pubblichi, quali piattaforme di social media proverai e così via. Per semplificare le cose, prova a seguire il piano in 5 passaggi elencato di seguito.

Prendi il tuo blog alimentare da terra – 5 consigli da seguire

1. Pianifica la struttura del tuo blog alimentare

Vuoi ottenere la struttura del tuo blog alimentare fin dall’inizio perché la struttura di un sito (in particolare il suo menu di navigazione principale) determina come sarà l’esperienza di navigazione dei tuoi utenti.

Questo è più importante per un blog alimentare perché i contenuti di un blog alimentare possono estendersi in diverse categorie, pasti, cucine e altri. Quindi, se ottieni il menu principale del sito web giusto, inizierai alla grande.

Inoltre, pensare alla struttura del tuo sito o semplicemente pianificare il menu del tuo sito ti darà il tempo di riflettere su quali saranno i tuoi contenuti e sulle diverse cose che esplorerai sul tuo blog.

Ecco un esempio per darti un vantaggio.

La popolare blogger alimentare Kate di CookieAndKate ha un menu del sito web a corso completo. Guarda quanto sono descrittive le voci di menu e come funziona il menu a discesa:

cookie-e-kate

Quindi, se hai un sito ricco di contenuti, puoi scegliere un menu come questo.

Fare – Pensa al contenuto che desideri condividere e delinea un menu di un sito Web basato su quello. Fare questo esercizio su carta ti aiuterà a provare diverse combinazioni strutturali fino a quando non senti di aver capito bene.

2. Trova argomenti pertinenti e finalizza un programma di pubblicazione dei contenuti

pallido-omg

Innanzitutto, vediamo come è possibile elaborare argomenti da trattare sul tuo blog. Il modo più veloce per trovare idee per i post è quello di vedere cosa pubblicano i blog popolari.

Innanzitutto, vediamo come è possibile elaborare argomenti da trattare sul tuo blog. Il modo più veloce per trovare idee per i post è quello di vedere cosa pubblicano i blog popolari.

Quindi, se hai intenzione di iniziare a lavorare sul tuo blog nelle prossime settimane, inizia iscrivendoti a tutti i food blogger che ammiri. In questo modo, lo farai
ottenere aggiornamenti regolari sugli ultimi aggiornamenti dei contenuti.

Quindi, dopo una settimana, avresti almeno 7-10 e-mail come questa da Juli (da PaleOMG). Nella sua prima e-mail, Juli condivide molte ricette.

Ecco un’idea post che puoi facilmente rubare dalle sue ricette:

“Piatto X minuto Y ingrediente”

Inoltre, tali e-mail / newsletter hanno sempre collegamenti ai migliori contenuti dei blog. Ciò significa che avrai più che sufficienti idee per post di blog su argomenti popolari.

Scegli almeno 5 di queste idee e inizia a scrivere. Nel frattempo, riceverai più aggiornamenti da questi blog e così l’elenco delle idee continuerà a crescere organicamente.

Per quanto riguarda la parte del programma di pubblicazione, innanzitutto, capire che i lettori adorano programmi di pubblicazione coerenti. Se scegli di pubblicare una ricetta ogni venerdì, ad un certo punto, avrai lettori fedeli che penseranno:

“Jane pubblica un’ottima ricetta ogni venerdì. Ho bisogno di recuperare il ritardo in modo da poterlo provare nel fine settimana! ”

Fatto?

Grande! Fai questo lavoro di preparazione – Idealmente, prima di iniziare il tuo blog, dovresti avere almeno 20 post pronti per la pubblicazione. Ciò significa che, se pubblichi due volte alla settimana, sarai coperto per più di due mesi.

3. Creare il contenuto (con particolare attenzione agli elementi visivi)

La parte testuale del tuo contenuto ti verrà naturale. Grazie alla tua esperienza nella nicchia. Tuttavia, questo testo compenserà solo metà dei tuoi contenuti
perché dopo tutto, quanto sarà bella una buona ricetta senza alcune immagini deliziose …

Sfortunatamente, la fotografia non è naturale per tutti. Ma ciò non significa che non puoi imparare.

Che si tratti delle immagini dei piatti finiti o degli ingredienti, le immagini costituiscono una parte importante di un blog alimentare. Ciò significa che non puoi fare con foto mediocri. Ma per fortuna, hai questi fantastici tutorial gratuiti sulla fotografia di cibo che puoi imparare da:

Se non hai tempo di imparare così tanto, almeno inizia con questo trucco rapido e sporco:

  • Tieni l’ingrediente o il piatto sul bancone
  • Tieni la fotocamera proprio sopra
  • Impostare la messa a fuoco automatica e fare clic

Assicurati solo che ci sia molta luce naturale quando scatti.

Oltre alle immagini degli alimenti, prova a creare alcuni elementi visivi più creativi come ricette di immagini e suggerimenti utilizzando strumenti gratuiti come Canva o DesignBold.

Suggerimento per l’ottimizzazione dell’immagine – Ottimizza tutte le tue immagini con TinyPNG. Questo strumento ti consente di comprimere i tuoi file PNG senza ridurne la qualità. Comprimendo i tuoi file di immagini, salverai il tuo sito dall’essere gonfio e lento.

4. Inizia con il social media marketing

Poiché gli amanti del cibo tendono ad amare la grafica, sarebbe meglio se ti concentri su mezzi visivi come Pinterest. In effetti, va benissimo se inizi solo con Pinterest. Puoi sempre passare ad altre piattaforme dopo aver appreso come far crescere un seguito su una piattaforma.

Un plugin per aumentare i seguenti su Pinterest: Pulsante “Pin It” di Pinterest.

Con questo plug-in, ogni volta che un utente passa il mouse sopra un’immagine sul tuo blog, gli verrà chiesto di aggiungerla ai forum di Pinterest. Non solo, aggiunge anche i pulsanti Pin It a tutti i tuoi post e pagine.

5. Inizia a raccogliere e-mail

Quando ti iscrivi ai diversi blog per raccogliere idee per i post, nota il tipo di magneti di piombo che usano per costruire le loro liste di email.

Ad esempio, Dana di MinimalistBaker offre una ricetta mensile gratuita ai suoi iscritti al blog.

Nota come Dana offra preziosi incentivi alle nuove iscrizioni.

Allo stesso modo, devi anche sviluppare un omaggio che regalerai ai lettori che si iscrivono.

Per sviluppare la tua prima e-mail di iscrizione agli omaggi, basta mettere insieme 5 fantastiche ricette e raggrupparle in un PDF. E sei pronto.

Poiché ora disponi sia di un sito Web funzionale sia di un piano di lavoro per il tuo blog, vediamo come puoi scegliere i metodi di monetizzazione giusti.

Come fare soldi Food Blogging – Un piano insensato 

Per fare soldi come food blogger, analizza come fanno gli altri food blogger. Questo non è un lavoro duro poiché molti food blogger pubblicano i loro rapporti sul reddito. Questi rapporti offrono molte informazioni su come fanno soldi (oltre alle spese).

Prendiamo ad esempio il rendiconto mensile delle entrate di Pinch of Yum – un blog WordPress estremamente popolare.

Come puoi vedere nello screenshot seguente, Pinch of Yum guadagna bene vendendo i propri prodotti (Tasty Food Photography e Come monetizzare il tuo blog sul cibo eBook).

Forse anche tu puoi considerare creando un prodotto da vendere.

Altri fanno soldi con i blog sui blog di cibo

Reti pubblicitarie

Il modo più rapido per guadagnare dal tuo blog sul cibo è quello di unirti alle reti pubblicitarie. Alcune reti pubblicitarie hanno requisiti specifici per il traffico e le visualizzazioni di pagina, ma la maggior parte di esse è abbastanza facile da unire.

Google Adsense è una delle più grandi reti pubblicitarie che offre pubblicità display, mobile, video e monetizzazione della ricerca. Partecipare è gratuito e facile. AdSense accetterà anche se hai appena iniziato. Altre reti pubblicitarie che puoi esplorare sono Media.net, BuySellAds e Infolink.

Vendita di spazi pubblicitari

Fondamentalmente, stai assegnando un posto sul tuo sito Web per coloro che sono disposti ad acquistare direttamente lo spazio da te. La vendita di spazi pubblicitari normalmente funziona con inserzionisti più piccoli o forse con i proprietari.

Puoi creare alcune caselle di annunci con prezzi diversi e incoraggiare l’inserzionista dicendo loro perché dovrebbero fare pubblicità sul tuo sito web. E una volta che sono d’accordo con le tue condizioni, ricevi il pagamento tramite PayPal. È facile e senza problemi.

Programmi di affiliazione

Partecipare a un programma di affiliazione è uno dei modi migliori per fare soldi. Puoi promuovere i prodotti o i servizi relativi alla tua nicchia e ottenere una commissione quando i visitatori effettuano un acquisto tramite il tuo sito.

ShareASales, CJ Affiliate e ClickBank sono alcune famose reti di affiliati che puoi esplorare. Esistono oltre migliaia di inserzionisti con diversi tipi di prodotti e servizi che puoi promuovere. Alcuni puoi persino promuovere prodotti informativi venduti da altri blogger.

Ti consiglio vivamente di promuovere i prodotti correlati alla tua nicchia.

Nota: Ulteriori informazioni sul marketing di affiliazione qui.

Avvia un sito di appartenenza

Se hai qualcosa di straordinario da offrire, puoi prendere in considerazione l’avvio di un sito di appartenenza. In questo caso, stai caricando i tuoi visitatori per i contenuti.

È possibile raccogliere una quota associativa mensile o annuale per accedere a tali informazioni. Questo è un buon modo per fare soldi dal tuo blog sul cibo purché tu sia in grado di farne valere davvero la pena.

Dai un’occhiata al maggior numero possibile di rapporti sul reddito e chiediti quale di questi canali di reddito puoi trarre il massimo beneficio.

Inizia con questi rapporti sul reddito:

Inoltre, capisci che ci vuole tempo per fare soldi da un blog, quindi fai tutto il trambusto mantenendo la pazienza. Ci arriverai sicuramente se ci provi abbastanza.

Conclusione

Quindi questo è tutto per l’avvio di un blog alimentare con WordPress. Se hai i soldi per investire nell’apprendimento, dai un’occhiata a programmi come Food Blogger Pro. Oppure, fai la prossima cosa migliore e segui e studia altri blog sul cibo e impara da loro.

Tutto il meglio per il tuo blog alimentare!

Hai domande sulla configurazione o sulla manutenzione del tuo blog? O altro su questo tutorial? Raggiungi! Ci piacerebbe conoscere tutti e imparare come possiamo aiutare.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map