Come installare CloudFlare CDN gratuito con il tuo sito Web WordPress

0

Stai cercando una guida definitiva su come configurare CloudFlare CDN per il tuo sito WordPress?


A nessuno piace un sito Web a bassa velocità di caricamento, non l’utente né il motore di ricerca. Tuttavia, ci sono un sacco di cose come immagini, ottimizzazioni del database e plugin ecc. Che prendono parte alla velocizzazione su e giù del sito web. Quando si tratta di velocità e sicurezza, un CDN è la soluzione migliore che è necessario utilizzare.

L’idea sbagliata comune tra i principianti secondo cui la creazione di una CDN richiede molto lavoro, ma per fortuna, quasi tutti gli host web integrano l’opzione CDF CloudFlare nel loro pannello di controllo che è possibile configurare utilizzando la procedura guidata di configurazione. Inoltre, nel secondo metodo, condivideremo un modo più manuale e utilizzando ciò è possibile impostare CloudFlare CDN su indipendentemente dall’host Web che si sta utilizzando.

Che cos’è CloudFlare CDN e i suoi vantaggi?

CDN è una forma abbreviata di una rete di distribuzione di contenuti. Esistono molti servizi CDN disponibili sul mercato e CloudFlare è uno di questi. Se stai cercando un servizio CDN gratuito, CloudFlare è il miglior servizio da utilizzare.

È una rete di server in tutto il mondo e ogni volta che qualcuno accede al tuo sito fornisce i dati memorizzati nella cache dalla posizione più vicina all’utente. In questo modo, i dati impiegano meno tempo a viaggiare per l’utente. Perché l’utilizzo di una CDN ospita i dati del tuo sito su una rete mondiale di data center anziché su un singolo server, migliorando in modo significativo il tempo di caricamento del tuo sito.

Un’altra cosa che spicca CloudFlare CDN sta utilizzando un firewall e un server proxy di siti Web basati su cloud, il che significa che controlla tutto il traffico in arrivo sul tuo sito Web e quindi blocca il traffico sospetto. È un sistema efficace contro gli attacchi DDos e il traffico dannoso che li obbliga a entrare manualmente nel captcha prima che atterrino sul tuo sito.

Dato che CloudFlare CDN blocca i bot dannosi segnalando IP dannosi, un altro vantaggio che ti offre è sotto forma di risparmio di risorse. Le risorse del tuo server come la larghezza di banda non saranno sprecate per quel traffico dannoso inutile.

La CDN gratuita di Cloudflare è una scelta eccezionale per blog e piccole imprese. Tuttavia, ottenendo un piano premium otterrai prestazioni ottimizzate ottimizzate soprattutto per i dispositivi mobili. I loro piani retribuiti partono da $ 20 al mese.

Come accennato prima, l’utilizzo di Cloudflare CDN con il tuo sito Web WordPress è semplicissimo. Qui in questa guida tratteremo 2 metodi che spiegano come impostare Cloudflare attraverso un pannello di controllo dell’host Web e un approccio manuale che funzionerà con ogni host web. Quindi, se per qualche motivo il tuo host web non presenta un CDF CloudFlare, puoi facilmente usare CloudFlare con il tuo sito usando il 2o approccio.

Quindi andiamo avanti con i passaggi della guida per l’impostazione di Cloudflare CDN e vediamo come influisce sul tuo sito web.

Come installare CloudFlare CDN con il tuo sito Web WordPress

Approccio 1: installazione di Cloudflare tramite il pannello di controllo dell’hosting

  • Prima di tutto accedi al tuo pannello di controllo di hosting che di solito è cPanel. Bluehost è un web hosting popolare e il loro piano di hosting viene fornito con cPanel. Accedi a cPanel Cerca l’icona “CloudFlare” che di solito è presente nella sezione dominio.

bluehost cloudflare CDN

  • Per impostare prima l’installazione di Cloudflare è necessario creare un account. Quindi vai a Cloudflare sito web clicca su registrati. Non preoccuparti, è un account gratuito che non devi pagare nemmeno un centesimo.
  • Inserisci la tua e-mail e la password di lavoro, quindi premi il pulsante Crea account.
  • Ora torna al tuo hosting cPanel. Fai clic sull’icona CloudFlare e inserisci i dettagli che hai utilizzato durante la registrazione.
  • Verrai quindi reindirizzato alla pagina delle impostazioni di Cloudflare. Basta fare clic sul collegamento “Attiva” visualizzato accanto al nome del dominio.

Come affermato da Google, SSL offre al tuo sito un piccolo vantaggio SEO, quindi ora non solo l’e-commerce utilizza un certificato SSL, ma diventa essenziale per ogni sito web. La cosa evidente qui che il certificato SSL fornito dal tuo host web non è compatibile con l’account Cloudflare gratuito. Tuttavia, la cosa buona è che CloudFlare gratuito include anche un certificato SSL, quindi è necessario optare per CloudFlare SSL.

Dopo aver attivato Cloudflare, la tua società di web hosting si occuperà del resto delle impostazioni. Puoi in qualsiasi momento visualizzare le statistiche di CloudFlare. Inoltre, se desideri apportare modifiche che ti piacciono il livello di memorizzazione nella cache, le impostazioni di minimizzazione e sicurezza, ecc. Puoi farlo direttamente dal tuo cPanel.

Configurare CloudFlare usando il pannello di controllo dell’hosting SiteGround

SiteGround è un altro nome noto che soddisfa le esigenze di un gran numero di persone. Se stai utilizzando SiteGround che è un eccellente host web che consigliamo vivamente per singoli blog o siti aziendali. Oltre alle tecnologie premium la cosa che ci dà tranquillità sono i loro servizi di supporto.

In precedenza SiteGround fornisce a cPanel il proprio account di hosting, ma recentemente sono passati a un nuovo pannello di controllo.

Accedi al tuo pannello di controllo di SiteGround. Puoi trovare Cloudflare nella scheda Velocità. Fare clic su “Cloudflare” e quindi sul pulsante “SET UP”.

siteground cloudflare setup

Apparirà un popup con un messaggio o creare un nuovo account o collegare quello esistente, se lo hai. Se non lo fai, crea un account e vedrai che l’attivazione della CDN è in corso. Non appena completata, la CDN di Cloudflare sarà attiva sul tuo sito Web WordPress.

Approccio 2: Impostazione manuale di Cloudflare sul tuo sito Web WordPress

Questa opzione è per quelli se la tua società di web hosting non dispone dell’installazione di Cloudflare con 1 clic. L’uso di questo approccio è anche facile da configurare Cloudflare, ma include alcuni altri passaggi. Quindi cominciamo

  • Per connettere Cloudflare al tuo sito Web, devi creare un account con Cloudflare sito web.

iscrizione cloudflare

  • Digita l’e-mail e la password per creare un nuovo account.

crea un account con cloudflare

  • Quindi digita il tuo sito Web e successivamente ti chiederanno di scegliere un piano. Basta andare con Free e fare clic.

aggiunta del sito Web a cloudflare

  • Successivamente, ti verrà chiesto di selezionare un piano. Per il tutorial, scegliamo un piano gratuito qui. E quindi premi il pulsante “Conferma piano”.

selezione del piano cloudflare

  • Successivamente, Cloudflare avvierà la scansione automatica e ti presenterà un elenco di impostazioni DNS che devi verificare. Non preoccuparti, è semplice. Se lo stato del proxy accanto al record DNS mostra un’icona a forma di nuvola arancione che indica il record DNS abilitato con Cloudflare. E se l’icona del cloud è grigia significa che il record DNS non verrà passato attraverso Cloudflare.

Qui per lo più non è necessario cambiare nulla. Assicurati solo che sia abilitato per il tuo dominio (icona nuvola arancione) e disattivato per altre cose come ftp, posta, ecc. (Icona nuvola grigia).

verifica DNS per abilitare cloudflare

  • Dopo aver verificato il record DNS, fare clic sul pulsante “Continua”.
  • Il prossimo è l’ultimo passaggio in cui Cloudflare ti chiede di aggiornare i tuoi nameserver. Ti forniscono server dei nomi Cloudflare. Devi incollare questi server dei nomi nelle impostazioni del tuo registrar di domini (dove acquisti il ​​tuo nome di dominio che può o meno essere la società in cui acquisti l’account di hosting).

Nota: dopo aver cambiato i nameserver ci vogliono fino a 24 ore per propagarsi su Internet. Durante questo, ci sono possibilità che il tuo sito potrebbe non essere accessibile per alcuni utenti, tuttavia di solito funziona bene.

Per modificare i server dei nomi è necessario accedere all’account in cui è stato registrato il dominio. Qui prendiamo l’esempio di NameCheap.

  • Quindi se hai anche un dominio con NameCheap accedi al tuo account.
  • Vai alla scheda “Elenco domini”. Lì vedrai la sezione “NAMESERVERS”. Assicurati di selezionare DNS personalizzato e quindi incollare i nameserver forniti da Cloudflare.

modifica dei nameserver in namecheap

  • Dopo aver modificato i server dei nomi, torna al tuo account Cloudflare. Vai alla sezione “Panoramica” lì troverai Ricontrolla ora Ciò eseguirà un controllo immediato del nameserver.

Configurazione del plugin Cloudflare in WordPress

Cloudflare ha progettato un plug-in ufficiale che offre un facile accesso alle funzionalità di Cloudflare. Utilizzando questo plug-in è possibile eliminare rapidamente la cache, impostare le regole dell’applicazione Web e altro ancora. Quindi significa che non è necessario accedere a Cloudflare perché il plug-in ti offre la possibilità di gestire le funzionalità di Cloudflare direttamente dalla dashboard di WordPress.

Quindi vai avanti installa e attiva Cloudflare collegare.

Dopo l’attivazione, Cloudflare apparirà nella dashboard di WordPress impostazioni >> Cloudflare.

Una volta cliccato, ti presenteranno una pagina che chiede “Crea il tuo account gratuito” o Accedi se hai già un account. Basta fare clic su Accedi.

Successivamente, ti chiederanno di inserire l’e-mail e la chiave API.

Puoi trovare l’API sul sito Web Cloudflare nell’area del tuo account. Devi copiare la chiave API globale.

chiave API cloudflare

Dopo aver fatto clic su “Visualizza”, verrà visualizzato un popup che ti chiederà di inserire la password. Dopo aver inserito la password presenteranno una chiave API.

Chiave API

Ora torna alla dashboard di WordPress inserisci l’indirizzo e-mail e la chiave API.

  • Successivamente verrà visualizzata la pagina delle impostazioni di Cloudflare. Per abilitare l’ottimizzazione a 1 clic di Cloudflare per WordPress, fare clic sul pulsante “Applica”.
  • Si consiglia di abilitare “Gestione cache automatica”. Ciò consente a Cloudflare di eliminare automaticamente la vecchia versione della cache del sito ogni volta che si aggiorna il sito.
  • Nel menu delle impostazioni, ci sono alcune opzioni utili da configurare come desideri.
  • “Analytics” contiene informazioni come quante minacce bloccate da Cloudflare, larghezza di banda salvata e visitatori, ecc.

Alcune impostazioni cruciali che dovresti guardare:

HTTPS automatico

Se hai intenzione di utilizzare Cloudflare principalmente per il bene del certificato SSL questa opzione è per te. Usando questo tutti i collegamenti http: // verranno convertiti in https: //

Sempre online

Questa è una delle fantastiche funzionalità di Cloudflare. L’attivazione di questa opzione fornirà ai tuoi visitatori una versione cache del tuo sito Web quando il tuo server di hosting non funziona. Quindi si consiglia di accenderlo.

In modalità di attacco

Abilita questa modalità solo quando il tuo sito è sotto attacco. Attivando questa modalità ogni visitatore vedrà una pagina interstiziale per circa 5 secondi. Dovresti utilizzare questa funzione mentre il tuo sito web è sotto attacco DDoS.

Modalità di sviluppo

Questa opzione è disponibile nella pagina delle impostazioni. Se ti trovi sul sito Web di Cloudflare, puoi attivare / disattivare questa opzione nella pagina Caching. Quando si abilita questa modalità, significa che si desidera bypassare la cache Cloudflare in modo da poter vedere le modifiche in tempo reale. È necessario utilizzare queste opzioni quando si apportano modifiche alla progettazione o lavori di sviluppo.

Livello di sicurezza

In genere, per impostazione predefinita, questa impostazione è di livello medio. Quindi cosa significa? Cloudflare mostrerà un captcha ai visitatori della maggior parte dei visitatori minacciosi e ai visitatori di livello moderato. Cloudflare è troppo esagerato in questo aspetto.

Quindi tenerlo a un livello medio potrebbe non essere buono per te. Come quando le persone visitano il tuo sito e vedono un captcha se potrebbe essere fastidioso per loro risolverlo ogni volta che visitano il tuo sito. Quindi ti consigliamo di tenerlo a un livello basso.

Conclusione

Quindi, se stai cercando un pacchetto che renderà il tuo sito più sicuro e veloce, Cloudflare è un’ottima cosa da utilizzare. E la parte sorprendente è che la sua versione gratuita è davvero utile per fare la differenza. Pertanto, se si desidera salvare la larghezza di banda delle precisioni o frequentemente sotto attacchi, si consiglia di utilizzare Cloudflare.

Inoltre, tutti vogliono posizionarsi in alto nei risultati dei motori di ricerca. Google offre un leggero vantaggio ai siti Web che utilizzano SSL Cloudflare per renderti possibile anche senza investire un solo centesimo.

Speriamo che questa guida ti aiuti a configurare Cloudflare. Cerchiamo di spiegare tutto in parole semplici, tuttavia se hai ancora confusione sentiti libero di chiederci lasciando un commento qui sotto.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map